Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

non violenza

Inserisci quello che vuoi cercare
non violenza - nei post

Appuntamenti in Biblioteca a febbraio - 16 Febbraio 2020 - 08:01

Febbraio è ricco di appuntamenti in tante biblioteche del VCO.

Dati S. Barbara 2019 - 5 Dicembre 2019 - 08:01

Riportiamo il discorso tenuto ieri dal Comandante Provincial dei VVF, Felice Iracà, nel corso della cerimonia di S. Barbara: con i dati più significativi dell'attività di soccorso, di prevenzione incendi, di formazione antincendio e dei servizi di vigilanza antincendio, e l'elenco dei premiati con le croci di anzianità e i diplomi di lodevole servizio.

Vega Occhiali Rosaltiora ancora vittoria - 1 Dicembre 2019 - 12:05

Gran bella serata al PalaManzini, arriva infatti il terzo successo consecutivo per Vega Occhiali Rosaltiora in Serie C ed arriva contro una squadra che alla vigilia era considerata rognosa e quadrata, che in certi frangenti ha messo in difficoltà le lacuali che però hanno saputo giocare una partita di livello.

"Requiem Per La Bosnia" - 29 Novembre 2019 - 11:27

Sabato 30 novembre ore 17 presso l'auditorium Sacra Famiglia Verbania ( in via Pippo Rizzolio 8 ) si terrà la presentazione del libro di Barbara Castellaro "Requiem Per La Bosnia" a cura della sezione Anpi di Verbania.

Metti una sera al cinema - Santiago, Italia - 11 Novembre 2019 - 08:01

Il Cinecircolo Socio Culturale Don Bosco, martedì 12 novembre 2019, per la rassegna "Metti una Sera al Cinema", presso l'Auditorium de Il Chiostro ore 17:15, 19:30 e 21:45 propone la proiezione di "Santiago, Italia".

VerbaniaArte: Le “Parole Posate” evocatrici di Marco Meier - 2 Agosto 2019 - 08:01

E’ stata - l’ho detto e ripetuto entusiasta alla sua organizzatrice, Nicoletta Mongini, responsabile culturale alla Fondazione Monte Verità - una delle “vernici” più belle cui mi sia trovato a presenziare, venerdì 26 luglio ad Ascona (CH).

Lampi sul Loggione: “Corpo di Stato” - 17 Aprile 2019 - 08:01

Giovedì 18 aprile, per la stagione “Lampi sul loggione”, al Centro Eventi l Maggiore” di Verbania, è in scena Marco Baliani con “Corpo di Stato”.

Stresa Festival 2019 - 10 Aprile 2019 - 11:04

Il Festival di Stresa giunge nel 2019 alla sua 58ª edizione. Si svolgerà come di consueto durante l’estate: il primo periodo sarà dal 14 al 23 luglio con 9 appuntamenti e il secondo dal 23 agosto all’8 settembre suddiviso in 17 serate.

Due comunicati del M5S - 14 Marzo 2019 - 17:04

Riceviamo e pubblichiamo, due comunicati del Movimento Cinque Stelle, uno riguardante il progetto Panchine rosse, e l'altro la questione soldi pubblici e campagna elettorale.

Una Verbania Possibile su Consiglio Comunale - 8 Marzo 2019 - 20:35

Riceviamo e comunicato, di Una Verbania Possibile inerente il consiglio comunale di giovedì e il voto negativo sulla mozione per sospendere l'approvazione del masterplan di Acetati.

Dati Centro Antiviolenza VCO - 5 Marzo 2019 - 13:01

Riportiamo il documento riepilogativo dei servizi offerti dal Centro Antiviolenza VCO e con i dati del monitoraggio dell’utenza per l’anno 2018.

M5S: panchine rosse in città - 2 Febbraio 2019 - 09:16

Il MoVimento 5 Stelle di Verbania ha presentato una mozione per impegnare l’amministrazione comunale ad installare panchine rosse in città come simbolo di sensibilizzazione contro la violenza sulle Donne. DI seguito la nota completa.

Spazio Bimbi: violenza in famiglia. I bambini vedono - 20 Gennaio 2019 - 08:00

Situazioni di violenza assistita che persistono nel tempo senza possibilità di miglioramento costituiscono delle forme di maltrattamento per il minore. Genitori e adulti cosa possono e devono fare per proteggere questi bambini?

"L'educazione come atto politico" - 16 Dicembre 2018 - 15:03

L'Associazione "21 marzo", in collaborazione con la rete nazionale "We Care", invita ad un incontro pubblico riguardante il mondo scolastico e le pratiche dialogiche che possono maturare al suo interno, al fine di combattere ogni forma di discriminazione.

Spazio Bimbi: violenza sullo schermo e aggressività - 9 Dicembre 2018 - 10:03

L’esposizione prolungata a scene di violenza in TV e sui social rappresenta un fattore di rischio nello sviluppo di comportamenti aggressivi in infanzia e in adolescenza. Le ricerche evidenziano come la famiglia abbia un ruolo importante nel moderare tale effetto

Lakescapes: Dormono sulla collina - 29 Novembre 2018 - 17:04

Sabato 30 novembre la Società Operaia di Lesa ospita un nuovo appuntamento con Lakescapes. L’Accademia dei Folli propone Dormono sulla collina, uno spettacolo che si ispira alla celebre Antologia di Spoon River con le musiche di Fabrizio De Andrè.

Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne - 23 Novembre 2018 - 08:01

In occasione della giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne, domenica 25 novembre, alle ore 21 presso il Teatro Sant'Anna (via Belgio, 2 - Verbania Pallanza), organizzato dal Centro Antiviolenza VCO, andrà in scena “IO non CI STO!”, una meditazione drammatico-musicale sulla violenza contro le donne, ideato e realizzato da studentesse, studenti e docenti dell'indirizzo socio-educativo dell'Istituto Dalla Chiesa -Spinelli di Omegna.

Lakescapes: Uomini e topi - 16 Novembre 2018 - 15:03

Sabato 17 novembre, alle 21, la Sala Calletti di Castelletto Ticino ospita un nuovo appuntamento con Lakescapes – Il Teatro Diffuso del Lago Maggiore.

Festival del cinema rurale Corto e Fieno - 20 Settembre 2018 - 11:04

Torna il 21 – 22 – 23 settembre 2018 sul Lago d’Orta la nona edizione del Festival del cinema rurale.

Servizio Civile: 1169 in Piemonte - 22 Agosto 2018 - 12:05

Nella tarda mattinata di ieri, 20 agosto, è stato pubblicato, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, sul sito del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, il bando del Servizio Civile per la selezione dei volontari.
non violenza - nei commenti

Conferenza sulle Foibe - 10 Febbraio 2020 - 13:25

memoria e verità storica
E' chiaro che la memoria di certi fatti in Italia, ancora oggi, è strumentalizzata (da entrambe le parti). Ed è chiaro che la memoria, e le sue giornate, hanno una valenza troppo spesso politica e propagandistica, permettendo ai promotori di turno di nascondere (in questo caso), dietro alle orribili sevizie sofferte da una ragazzetta, le indicibili atrocità promosse dal padre della stessa e dal governo dittatoriale che rappresentava con entusiasmo. La storia è un'altra cosa, e la storia ci dice chiramente che ad una occupazione feroce e ignorantissima, che è arrivata a creare un clima assurdo anti-italiano in zone come la dalmazia dove la classe borghese veneta conviveva da secoli senza problemi di sorta con il proletariato slavo, una occupazione dove più volte le SS (non la caritas) denunciavano con dispacci interni l'inutile e controproducente violenza dei fascisti italiani verso la popolazione (cose simili successero pure in Grecia, Libia e Albania, altro che "bravo soldato italiano"... a questa occupazione è seguita prima una lotta di resistenza, che accomunava resistenti (principalmente comunisti) italiani e slavi, e poi, con la formazione dell'esercito titino, di una repressione mirata, quasi una pulizia etnica, verso tutti gli italiani, ma anche, con forme anche più feroci, verso gli stalinisti yugoslavi. Questi sono fatti, e crecare di darne un colore politico, scegliendo "à la carte" quello che più piace, come ha sempre fatto il Menia, fa male alla memoria, non alla storia, perchè la storia resta quella. E parlare di "unica colpa" fa un po tristezza... la colpa, il dolo, lo decide il vincitore, di certo c'erano all'epoca, ragioni storiche (chiarissime) che portarono a quei fatti. Forse la vera colpa, se così si può dire, di tutti gli italiani (e delle altre nazioni che avrebbero pututo farlo), fu quella di non fermare per tempo l'avvento del fascismo in Italia... discorso paragonabile all'esatta incapacità di fermare l'avvento di Hitler o di capire (e fermare) la piega che aveva preso la Rivoluzione d'Ottobre, già pochi mesi dopo la presa dei palazzi. Celebrare come martire questa ragazza, plasmata al fascismo da una famiglia convintissima e pienamente addentro al regime ed ai vantaggi che questo portava, ci può pure stare, ma sicuramente non ha storicamente senso la sua strumentalizzazione: questa era una dei milioni di ragazzi europei ai quali dei regimi totalitari assassini hanno prima rubato la giovinezza e poi la vita, nel silenzio delle grandi democrazie. Ragazzi ammazzati non una ma dieci volte... altro che unica colpa... e minchiate varie... Saluti,

Week End di patenti ritirate - 8 Luglio 2019 - 09:48

X cervello poco in fuga
Voglio solo chiarire. che mi aspettavo una risposta del genere , ma mi sembra evidente che da uomo mi attira più una ragazza in minigonna che una con i pantaloni, ma da qui allo stupro ne passa .E naturalmente non giustifico nessuna forma di violenza nemmeno verbale verso una donna MAI MAI CAPITO: Dici bene nei paesi civili si torna a casa in taxi in Italia sai benissimo che invece non funziona così. Gli alcolici fanno male e lo stato è complice nella vendita, alcol si cannabis no come mai???? Io non bevo e non mi faccio canne tanto per chiarire.

Salvini a Verbania: ma a una condizione - 14 Maggio 2019 - 09:14

I parassiti
Ieri abbiamo scoperto che il debito con l'Enel dei parassiti di casa Pound è il doppio di quello dei disperati aiutati dal cardinale. Ora mi aspetto che il ministro nullafacente,oltre a impegnare le forze dell'ordine a rimuovere pericolosissimi striscioni messi alla finestra da pensionate inoffensive,si impegni a recuperare lo stabile occupato e tutti i soldi che questi fascistelli ci devono (non a rate in 80 anni come lui,noi li vogliamo tutti subito). Ovviamente non succederà, visto che in quella feccia lui pesca il suo consenso. Ah, basta una rapida ricerca per trovare decine di condanne di casapoundisti, ultimamente si sono pure distinti in una bella violenza sessuale di gruppo, così per non farsi mancare nulla.

La delegazione Russa ospite di Unione Industriale VCO - 29 Aprile 2019 - 10:23

Re: Se....
Ciao lupusinfabula come mai spesso ti rivolgi a me in terza persona? Spero non sia un modo per snobbarmi.... Ad ogni modo vedo che, pur partendo da prospettive diverse, poi alla fine si converge. Quando parlo di unità non mi riferisco al giornale politico, Essere uniti per me non significa pensarla allo stesso modo, come egoismo non significa individualismo e libertà. Saper fare sistema, squadra, quando vi sono situazioni di emergenza che lo richiedono, credo sia una espressione di civiltà democratica. Proprio a causa dell'egoismo, del tornaconto, si finisce nel caos, nella violenza, nella corruzione. Però prendo atto che, come dici te, la prima è utopia, la seconda, ahimè, è realtà. Infine, sulle opportunità economiche all'estero, devono essere bilaterali, cioè il vantaggio deve essere reciproco. Per es. vendere arance siciliane in Cina non credo sia un affarone, visto che la Cina ne è il primo produttore ed esportatore mondiale.

"Fine pena, mai: l’ergastolo è giusto" - 19 Aprile 2019 - 20:18

Condivido in toto
Condivido in toto sia Robi che Sinistro: il CP va riformato togliendo gli assurdi sconti di pena, eliminando ( se non per i casi penali ma non nei confronti di reati che hanno contemplato la violenza)i riti e le pene alternative, così come non ha alcun senso comminare più ergastoli se la parola " ergastolo" significa (...non come in Italia!) "fine pena mai".cosa vuole dire comminare 2, 3 o più ergastoli? Oppure, se del caso, si cambi il significato del termine nei vocalbolari della lingua italiana.

"Fine pena, mai: l’ergastolo è giusto" - 19 Aprile 2019 - 15:52

Pene certe ma al di là di ogni ragionevole dubbio
Io sono anche per la pena di morte in certi casi. Sicuramente per pene severe e giuste secondo il parametro più violenza più galera. La cosa fondamentale è che la pena vada comminata al di là di ogni ragionevole dubbio. I colpevoli fuori sono una sconfitta per lo stato e la società. Peggio un innocente dentro. Ma va riscritto totalmente il codice penale Vassalli Pisapia (avvocati...) depurandolo da assurdi vantaggi per i colpevoli. E va depurata la nostra società dalle scorie dell'anno Horribilis 1968 e tutto il ciarpame che si porta dietro. Chi sbaglia paga e non siamo tutti uguali. A parte davanti alla legge. E che la legge si avvicini sempre di più alla vera giustizia. Questo è il.mio vero auspicio.

M5S: panchine rosse in città - 3 Febbraio 2019 - 10:08

Mah....
Da donna credo sia più opportuno concentrare l’attenzione sull’educazione volta al rispetto dell’essere umano, ormai inesistente per i più! Le panchine non servono ad insegnare a chi ignora le regole basiche del vivere insieme, che la donna non è una proprietà ma un essere umano con diritti e doveri uguali a chi ne fa oggetto di violenza. Forse una manovra che non tagli fondi all’istruzione, sarebbe più auspicabile!

M5S: panchine rosse in città - 2 Febbraio 2019 - 14:37

ridicoli
questi 5 stelle sono proprio ridicoli, e basta con questa modo della violenza sulla donne, perché non di parla di quella agli uomini???

M5S: panchine rosse in città - 2 Febbraio 2019 - 14:05

Solito discorso
La violenza va combattuta in qualsiasi caso. non ci sono vittime di serie a o serie b. non sono d'accordo con iniziative rappresentano solo una categoria.

M5S: panchine rosse in città - 2 Febbraio 2019 - 09:52

non servono
Con tutta la simpatia che ho per il M5S e pur riconoscendo l'importanza del messaggio devo purtroppo affermare che questa proposta è inutile. Un messaggio sulla panchina non fermerà questi uomini violenti. I rimedi sono altri. Bisogna dare il messaggio che le donne afflitte da violenza non sono sole. Bisogna publicizzare e aprire canali di ascolto e azione.

Nikolajewka e Dobrej 2019: per non dimenticare - 26 Gennaio 2019 - 10:36

Scusate
Scusate, aborrendo ogni forma di violenza e di guerra, capisco i caduti, i giovani e le famiglie che hanno perso i loro cari, ma leggere GLORIOSE GIORNATE mi lascia perplesso, non eravamo forse noi gli invasori? Vorrei far notare inoltre che il regime del tempo in cui sono avvenute queste tristi vicende, regime che magari alcuni pensano ancora di definire glorioso, è lo stesso che ha mandato tanti giovani in guerra e ha promulgato le leggi razziali con tutte le terribili conseguenze che sappiamo e che ricordiamo proprio nella giornata della memoria.

Regione delibera per il contenimento dei selvatici - 1 Gennaio 2019 - 11:53

Re: Re: Di fatto
Ciao robi non facciamo confusione ad arte: anche chi per lavoro porta un'arma, nonostante le visite, che non sempre vengono fatte, purtroppo, per vari motivi, può capitare una disavventura, se così possiamo chiamarla. Inoltre, dire che chi è contro le armi è a favore della violenza e del caos è solo vuota demagogia, come dire che la pace è una guerra di altro tipo: incentivare la produzione e vendita di armi non ha nulla a che fare con la legalizzazione, con la destra o la sinistra o il centro. Se poi il fastidio consiste nel non omologarsi alla moda, al conformismo, beh, questo è un altro discorso....

Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne - 25 Novembre 2018 - 20:23

Re: Re: proponete
Ciao Bibi. Sei uno di quelli capaci solo di criticare e non proporre nulla. Come la maggior parte di chi non vive questa violenza (per sua fortuna) in casa propria. non serve a niente quindi non fate neanche questo. Saremmo indietro a quando noi donne avevamo paura e vergogna a denunciare se non se ne fosse parlato attraverso anche queste stupide giornate. Lasciate stare, cari uomini. Ce la caviamo da sole perché i vostri "e'inutile" "non sono tenuto a proporre" sono solo BLABLABLA

Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne - 24 Novembre 2018 - 17:44

Mi pare
Mi pare inutile insistere, ognuno rimarrà sulle proprie posizioni, io per primo, perchè nessuno degli interventi di cui sopra mi ha dato il benchè minimo motivo per cambiare idea. violenza è violenza e la violenza " di genere" è una semplice sottolineatura verbale, un "distinguo" che non ha alcuna ragione di essere.

Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne - 24 Novembre 2018 - 09:46

Re: Alzo le mani
Ciao lupusinfabula Il problema di queste iniziative è che creano discriminazione. Che significa violenza di "genere"? Un termine assurdo e utilizzato per ogni cosa vedi genitori 1 e 2! Allora possiamo distinguere e classificare la violenza sulla base delle nostre paturnie? La violenza delle rapine in villa è meno grave di quella di "ggggenere"? La violenza sugli uomini è meno grave? E poi salta fuori che chi accusa di violenza un uomo essa stessa la compie. Vedasi attrice. Io mi sento discriminato da queste iniziative sessiste! Per me non c'è distinzione. Pene severe e certe. Punto e basta!

Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne - 23 Novembre 2018 - 20:52

Alzo le mani
Lady alza le mani e si arrende: non a me, ben inteso, ma ai fatti. Su tot atti di violenza perpetrati in Italia, quanti a danno di donne equantia danno di uomini? I numeri non liconosco, ma,.a occhio, leggendo la cronaca nera, il numero di maschi feriti od uccisi in Italia è superiore a quello delle donne. Ma alle donne piace sempre un po' atteggiarsi a vittime.....

Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne - 23 Novembre 2018 - 16:33

Re: per Lady
Ciao lupusinfabula. Vuoi dire che in Italia non c e un problema legato alla violenza sulle donne? Alzo le mani e mi arrendo.

Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne - 23 Novembre 2018 - 13:42

Re: Ma.....
Ciao lupusinfabula la violenza in questione sulle donne ha una connotazione particolare di genere: Sono crimini sessuali o di "possesso" , insomma sono commessi sulle donne in quanto donne, non in quanto vittime occasionali durante una rapina o un incidente stradale. Avviene un delitto di questo tipo ogni tre giorni. non mi risulta niente del genere nell universo maschile. Poi che la violenza tutta sia da condannare e' fuori da ogni dubbio!!!

Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne - 23 Novembre 2018 - 13:23

Ma.....
Per me violenza è violenza e basta, che sia esercitata sulle donne che sugli uomini. Ma questa è la moda del momento e se non ti accodi il minimo è che ti accusino di "maschilismo" ( cosa significhi poi non lo so , ma comunque per un uomo è meglio essere "maschio" che "femminiello"). Certo poi, che certe donne si sveglino dopo anni a raccontare cosa sarebbe loro successo è alquanto curioso: se subisco un torto reagisco subito, non aspetto un decennio o più Forse però ha ragione il proverbio che dice che la vendetta è un piatto che si serve freddo, ma di vendetta si parla, non di giustizia. Come mi fanno ridere certe ex ragazze che nella loro ormai perduta giovinezza hanno accettato l'invito in camera del potente di turno per poi ora lamentarsi che quello ci ha provato ( come è normale per un uomo) i termini che mi sovvengono sono "false ingenue" e "patetiche" e non si rendono conto che il loro atteggiamento va a scapito di quelle donne che la violenza l'hanno subita ben lontano dai riflettori e magari non su un set cinematografico ma tra le mura di casa: a queste la mia massima stima, rispetto e comprensione.

“Piccola storia partigiana della banda di Pian Cavallone” - 23 Novembre 2018 - 08:56

mo' basta
la classifica delle dittature (erano peggio i rossi,i fascisti in fondo mica erano così male) ha francamente rotto,oltre che essere una colossale stron..ta. facevano schifo tutte,e basta. i distinguo fanno pena. quanto alla resistenza violenta e spietata,in effetti i partigiani avrebbero potuto invitare i nazisti e i fascisti a dei pomeriggi di discussioni davanti a un tè e una fetta di torta,e invece (cattivoni) dopo un ventennio di angherie e 5 anni di guerra avevano un po' perso il fairplay,e hanno deciso di passare alle armi. continuare a ripetere all'infinito che erano pericolosi assassini assetati di sangue (grazie al prezioso contributo di un libercolo di Pansa,comunista per 50 anni convertitosi poi in età senile sulla via di Arcore) serve come serve ricordarci che l'acqua è bagnata. ma se oggi abbiamo la libertà di dire quel che ci pare,comprese fesserie sul fascismo e sulla resistenza stessa,è anche grazie al sacrificio di quelle persone che con la loro violenza (ribadisco che guerre non violente ancora non le ho viste) hanno posto fine alla pagina più vergognosa della nostra storia.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti