Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

ufficiale

Inserisci quello che vuoi cercare
ufficiale - nei post

Piemonte: vaccino, somministrate 8.796.890 dosi - 21 Gennaio 2022 - 13:01

Sono 47.138 le persone comunicate all’Unità di Crisi della Regione Piemonte che oggi hanno ricevuto il vaccino contro il Covid. A 3.097 è stata somministrata la prima dose, a 2.834 la seconda, a 41.207 la terza.

La Val Grande su Sky Nature - VIDEO - 26 Dicembre 2021 - 11:04

La pellicola del regista Francesco Fei "La via incantata" - e con protagonista Marco Albino Ferrari - è stata patrocinata dall'Ente Parco Val Grande e del Club Alpino Italiano.

A Pian di Boit avanza il progetto di recupero dell'alpeggio - 19 Dicembre 2021 - 10:03

Co.Lo.N.I.A. è l'acronimo di Collaborazioni Locali per Nuove Iniziative Associative ed è un progetto nato grazie alla sinergia tra sedici gruppi ed Enti locali - capofila è l'Unione Montana della Val Grande e del Lago di Mergozzo - per rendere l’Alpe Pian di Boit un luogo di presidio attivo, un laboratorio di azione per la gestione di un rifugio condiviso, nel cuore della Wilderness più grande delle Alpi.

Comitato Difesa tre Ospedali su Assemblea Sanità - 12 Dicembre 2021 - 10:03

Riceviamo e pubblichiamo, una nota del Comitato a Difesa dei tre Ospedali VCO, a margine del Consiglio Comunale Aperto sulla Sanità.

Malescorto 2022: il bando per la partecipazione. - 9 Dicembre 2021 - 18:06

Tornerà anche nell'estate 2022 il Festival internazionale di cortometraggi di Malesco, in Valle Vigezzo: Malescorto giunge così alla ventiduesima edizione, in programma dal 25 al 30 luglio 2022.

Presepi sull'acqua - 3 Dicembre 2021 - 17:35

Torna a Crodo e frazioni dal 4 dicembre. Dopo un anno di pausa forzata tornano gli allestimenti per la 7a edizione di Presepi sull'acqua tra antichi borghi, fontane e lavatoi della Valle Antigorio.

“Fred & Frank & Friends” - 19 Novembre 2021 - 16:02

Il nuovo progetto di Arcademia a tutto Swing. “Fred & Frank & Friends” dedicato a Sinatra e Buscaglione nel centenario della nascita del grande Fred.

Contratto di Lago del Cusio: oltre 120 firmatari - 15 Novembre 2021 - 15:03

Si è svolto venerd' 13 presso il Forum di Omegna, alla presenza dell’Assessore all’Ambiente della Regione Piemonte Matteo Marnati, l’evento dedicato all’ufficializzazione del contratto di Lago del Cusio, che ha visto presenziare 120 tra pubbliche amministrazioni, associazioni e realtà private per la deposizione della firma che ne convalida l’impegno collettivo.

Il Piemonte sarà "Regione Europea dello Sport 2022" - 10 Novembre 2021 - 15:03

È ufficiale: il Piemonte sarà Regione Europea dello Sport 2022. Lo ha reso noto l’Aces Europe, la Federazione delle Capitali e delle Città Europee dello Sport che assegna dal 2001 i titoli, in collaborazione con il Parlamento europeo.

Nuova rotatoria a Zoverallo - 10 Novembre 2021 - 08:01

L’Amministrazione Comunale di Verbania ha dato incarico nei giorni scorsi, allo studio G. & G. Engineering di Milano, di redigere un progetto preliminare per la futura realizzazione di una nuova rotatoria a Zoverallo, all'incrocio tra c.so Italia e via Zappelli.

Lago Maggiore Marathon la viabilità - 6 Novembre 2021 - 10:27

Torna la decima edizione della Lago Maggiore Marathon. Si corre sul percorso più panoramico d'Italia. Partenza da Arona e arrivo a Verbania lungo lago di Pallanza.

Giornata delle Forze armate e dell’Unità Nazionale - 3 Novembre 2021 - 08:01

Programma celebrativo in collaborazione con le associazioni Combattentistiche, d’Arma e d’Onore. Giovedì 4 novembre 2021 Pallanza Verbania.

“Io non rischio” - 23 Ottobre 2021 - 17:04

Il 24 ottobre, in contemporanea con le altre città italiane, anche VERBANIA partecipa alla campagna “Io non rischio”. Per scoprire cosa ciascuno di noi può fare per ridurre il rischio di alluvione l’appuntamento è in Piazza Ranzoni a Verbania Intra, dalle ore 10.00 alle ore 17.00.

BiancoLatte torna a Crodo il 23 e 24 ottobre - 22 Ottobre 2021 - 17:04

Protagonisti i formaggi d'Alta Ossola e i paesaggi d'autunno. Un'edizione rivista e più contenuta, nel pieno rispetto delle normative anti contagio, sempre legata all'eccellenza casearia della Valle Antigorio.

Fase II della Carta Europea del Turismo Sostenibile - 18 Ottobre 2021 - 15:03

Il Parco Nazionale della Val Grande entra nel vivo della Fase II della Carta Europea del Turismo Sostenibile.

Due appuntamenti a Il Maggiore - 16 Ottobre 2021 - 08:01

Si è da poco conclusa l’ESTATE CULTURALE del CENTRO EVENTI IL MAGGIORE che, dopo quasi un anno di chiusura, è tornato ad accogliere il pubblico nelle sue sale, che è tornato ad applaudire al meglio della prosa, della musica, dell’opera, della danza e una serie di appuntamenti dedicati al 700° anniversario della morte di Dante Alighieri.

Musica in Quota evento extra alla Piana di Vigezzo - 9 Ottobre 2021 - 13:01

Il Festival Musica in Quota propone un eccezionale appuntamento autunnale: il 10 ottobre a 1.700 metri live di Fabrizio Bosso feat. Alberto Gurrisi .

Piemonte: vaccino, somministrate 6.073.189 dosi - 6 Ottobre 2021 - 12:04

Sono 16.703 le persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid comunicate oggi all’Unità di Crisi della Regione Piemonte (dato delle ore 18). A 6.937 è stata somministrata la seconda dose, a 4.672 la terza dose.

100 anni della Sezione Intra ANA - 18 Settembre 2021 - 12:35

Un centenario da festeggiare, un compleanno da cui ripartire per continuare la meravigliosa storia alpina nei nostri territori.

Serpenti e uomini della Val Grande - Video - 30 Agosto 2021 - 10:03

Il documentario di Marco Tessaro registra a più di 80.000 visualizzazioni e viene selezionato da prestigiosi festival internazionali.
ufficiale - nei commenti

Insieme per Verbania e Prima Verbania: No al cambio nome della "Cadorna" - 18 Dicembre 2021 - 05:49

Per rinfrescare la memoria
Nel novembre del 1916, Cadorna introdusse tramite circolare il ricorso alla decimazione, pratica risalente all'antica Roma e assolutamente non prevista dal codice penale militare, provvedimento che fu disapprovato con fermezza anche dalla Commissione d'inchiesta di Caporetto che la definì un "provvedimento selvaggio, che nulla può giustificare". Le circolari di Cadorna sul fronte disciplinare cambiarono completamente il modus operandi dell'esercito, se all'inizio della guerra vigeva la prassi di pubblicizzare in tutto l'esercito l'esonero degli ufficiali superiori per manifesta incapacità di comando e di rendere noti i nominativi dei militari che avevano disertato, nel 1916 si iniziarono a diramare ordini del giorno che additavano ad esempio ufficiali che avevano fatto sparare contro militari sbandati o che mettevano all'indice ufficiali colpevoli di non aver saputo mantenere salda la disciplina dei propri reparti:[2] «In faccia al nemico una sola via è aperta a tutti: la via dell'onore, quella che porta alla vittoria od alla morte sulle linee avversarie; ognuno deve sapere che chi tenti ignominiosamente di arrendersi o di retrocedere, sarà raggiunto – prima che si infami – dalla giustizia sommaria del piombo delle linee retrostanti o da quello dei carabinieri incaricati di vigilare alle spalle delle truppe, sempre quando non sia stato freddato prima da quello dell'ufficiale. Per chiunque riuscisse a sfuggire a questa salutare giustizia sommaria, subentrerà, inesorabile, esemplare, immediata – quella dei tribunali militari; ad infamia dei colpevoli e ad esempio per gli altri, le pene capitali verranno eseguite alla presenza di adeguate rappresentanze dei corpi. Anche per chi, vigliaccamente arrendendosi, riuscisse a cader vivo nelle mani del nemico, seguirà immediato il processo in contumacia e la pena di morte avrà esecuzione a guerra finita.[3]»

Airoldi: No all'intitolazione scuola a Gino Strada - 18 Dicembre 2021 - 05:46

Per chi non lo sapesse
Nel novembre del 1916, Cadorna introdusse tramite circolare il ricorso alla decimazione, pratica risalente all'antica Roma e assolutamente non prevista dal codice penale militare, provvedimento che fu disapprovato con fermezza anche dalla Commissione d'inchiesta di Caporetto che la definì un "provvedimento selvaggio, che nulla può giustificare". Le circolari di Cadorna sul fronte disciplinare cambiarono completamente il modus operandi dell'esercito, se all'inizio della guerra vigeva la prassi di pubblicizzare in tutto l'esercito l'esonero degli ufficiali superiori per manifesta incapacità di comando e di rendere noti i nominativi dei militari che avevano disertato, nel 1916 si iniziarono a diramare ordini del giorno che additavano ad esempio ufficiali che avevano fatto sparare contro militari sbandati o che mettevano all'indice ufficiali colpevoli di non aver saputo mantenere salda la disciplina dei propri reparti:[2] «In faccia al nemico una sola via è aperta a tutti: la via dell'onore, quella che porta alla vittoria od alla morte sulle linee avversarie; ognuno deve sapere che chi tenti ignominiosamente di arrendersi o di retrocedere, sarà raggiunto – prima che si infami – dalla giustizia sommaria del piombo delle linee retrostanti o da quello dei carabinieri incaricati di vigilare alle spalle delle truppe, sempre quando non sia stato freddato prima da quello dell'ufficiale. Per chiunque riuscisse a sfuggire a questa salutare giustizia sommaria, subentrerà, inesorabile, esemplare, immediata – quella dei tribunali militari; ad infamia dei colpevoli e ad esempio per gli altri, le pene capitali verranno eseguite alla presenza di adeguate rappresentanze dei corpi. Anche per chi, vigliaccamente arrendendosi, riuscisse a cader vivo nelle mani del nemico, seguirà immediato il processo in contumacia e la pena di morte avrà esecuzione a guerra finita.[3]»

PD Verbania su aule container - 7 Settembre 2021 - 16:33

sempre per Robi
Leggevo l'altro giorno ( la notizia è stata su tutti i quotidiani) di un ivoriano che a Milano ha infastidito una bambina di 9 anni e per giunta ha ferito gravemente un parente andato in difesa della piccola. Ora, al dilà del reato odioso in sè che purtroppo viene commesso anche da italiani purosangue, quello che mi ha lasciato a dir poco perplesso è il seguito dell'articolo: da 20 (venti!!!!) anni irregolare in Italia, con precedenti per reati contro il patrimonio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale e una sfilza di decreti di espulsione senza esito. Ecco, se in 20, e sottolineo venti, anni non siamo riusciti a liberarci di un simile individuo nonostante che si siano succeduti ministri dell'interno sia di dx che di sn, , sindaci di Milano di dx e di sn, mi porta a pensare che per questo paese non ci sia più speranza di avere un ordine pubblico degno di questo nome. Però ciò spiega bene perchè tutta la feccia del mondo voglia venire in Italia.

PD VCO su manifestazione a Intra - 14 Aprile 2021 - 06:37

Negazionisti?
Dicono di non essere negazionisti , di non essere no vax e allora cosa sono ? Visto che la maggioranza non portava la mascherina ? Chi volevano sfidare ? Cosa con arroganza e presunzione volevano dimostrare ? Se credono che il virus esiste , che è molto infettivo , cosa ci facevano li tutti assembrati , anche con foto finale ? Se hanno dimostrato qualche cosa è stata la loro s.... , visto che l'unico che si è avvantaggiato è il covid , se potesse parlare ringrazierebbe per l'opportunità che gli è stata data di diffondersi ,..............come se ce ne fosse bisogno . Dicono di volere la libertà , ma non vogliono il vaccino , dicono di aver trovato chi li cura ,aldifuori del protocollo ufficiale , buon per loro , qui si potrebbe ragionare e trovare che non hanno tutti i torti . Il vaccino non deve essere l'unica risorsa , la ricerca deve impegnarsi anche nel trovare una cura efficace , che combatta il covid subito , così che non si arrivi a morire .

Lincio e Cristina chiedono modifica all'ultimo DPCM - 11 Dicembre 2020 - 07:18

L'unica modifica
L'unica cosa che modificherei è l'ubicazione del dpcm. Dalla gazzetta ufficiale alla tazza del wc..

Lupi: è polemica - 10 Settembre 2020 - 13:15

Lavoro nero
Molti italiani che lavorano in nero lo fanno, per lo più, esercitando un secondo lavoro in quanto quello ufficiale non permete loro di mantenere con decoro se stessi e la propria famiglia; inoltre il lavoro nero è dovuto anche al carico fiscale (oneri+procedure) di gui è gravato chiunque intenda mettere in piedi una propria attività. Conosco diversi artigiani, ad esempio, la cui mole di lavoro richiederebbe l'assunzione di altro personale, ma non lo fanno perchè gli oneri derivanti sono tali da non rendere più remunerativo fare nuove assunzioni. Così prefriscono ridurre il giro dei loro clienti e la collettività perde possibili posti di lavoro.

Obbligatorietà della Vaccinazione Antiinfluenzale e Antipneumococcica - 7 Maggio 2020 - 13:08

Re: Re: Re: Re: Re: Qualche altro dato
Ciao fr (& associati) "Il coronavirus non esiste": la teoria del complotto a "Le Iene" Un servizio della trasmissione Mediaset ha dato voce ad alcuni esponenti del complottismo 127 “Il Covid-19 non esiste, è tutta una copertura architettata per coprire i danni del 5G“. Questa è la teoria alternativa sul coronavirus emersa durante un servizio della trasmissione Mediaset ‘Le Iene’, che ha dato voce ai “massimi esponenti del complottismo”. Secondo Rosario Marcianò, precursore delle scie chimiche in Italia e autore di ‘Attacco dal cielo’, “la situazione in cui ci troviamo adesso è stata preparata da lungo tempo”. Ancora Marcianò: “Sui media nazionali vedo solo la versione ufficiale, le notizie alternative sulla rete vengono insabbiate”. Marcianò ha poi spiegato: “Io sono dell’opinione che le conseguenze derivanti dall’utilizzo intensivo del 5G vengono coperte con questa storia del COVID-19. Io non ho paura di prenderlo perché non esiste“. Il Corvo ha aggiunto: “È solo un diversivo“. Poi ha spiegato: “Siamo sotto controllo da tanti anni ormai. Ci spiano costantemente. Il coronavirus è stato solo l’inizio per spaventare il popolo“. Nel corso del servizio di Gaston Zama, Il Corvo ha anche sostenuto che “le antenne del 5G sono praticamente i vettori del virus”. Ipse dixit..... Ma per favore!

Comitato Stop 5G incontra Marchionini - 7 Maggio 2020 - 13:06

il terrorismo del terzo millennio.....
Ciao isabella cerchiaro (& associati) "Il coronavirus non esiste": la teoria del complotto a "Le Iene" Un servizio della trasmissione Mediaset ha dato voce ad alcuni esponenti del complottismo “Il Covid-19 non esiste, è tutta una copertura architettata per coprire i danni del 5G“. Questa è la teoria alternativa sul coronavirus emersa durante un servizio della trasmissione Mediaset ‘Le Iene’, che ha dato voce ai “massimi esponenti del complottismo”. Secondo Rosario Marcianò, precursore delle scie chimiche in Italia e autore di ‘Attacco dal cielo’, “la situazione in cui ci troviamo adesso è stata preparata da lungo tempo”. Ancora Marcianò: “Sui media nazionali vedo solo la versione ufficiale, le notizie alternative sulla rete vengono insabbiate”. Marcianò ha poi spiegato: “Io sono dell’opinione che le conseguenze derivanti dall’utilizzo intensivo del 5G vengono coperte con questa storia del COVID-19. Io non ho paura di prenderlo perché non esiste“. Il Corvo ha aggiunto: “È solo un diversivo“. Poi ha spiegato: “Siamo sotto controllo da tanti anni ormai. Ci spiano costantemente. Il coronavirus è stato solo l’inizio per spaventare il popolo“. Nel corso del servizio di Gaston Zama, Il Corvo ha anche sostenuto che “le antenne del 5G sono praticamente i vettori del virus”. A questo punto ,credo che non ci sia altro da aggiungere su certe teorie negazioniste campate in aria, e francamente non capisco come si possa credere a certe cose....

Comitato Stop 5G incontra Marchionini - 4 Aprile 2020 - 05:44

Comitato stop 5G VCO
Ci sono studi di centinaia di scienziati accreditati che hanno chiesto di fermare il 5G. Non sono affatto bufale, tanto è vero che ci sono posizioni preoccupate del Consiglio d'Europa, della Svizzera, della Slovenia, della Regione di Bruxelles, di centinaia di città AMERICANE e di Comuni di tutto il mondo. 5G. DAGLI USA LA RICERCA DA PAURA: “DANNI AL DNA ED EFFETTO CANCRO” di Martin Pall Nel panorama dell’informazione tutto tace. Guai a parlarne. In ballo ci sono i miliardi delle aziende di telefonia. Ma cosa ci stanno nascondendo? Sta per arrivare il 5G, il nuovo sistema permetterà connessioni dati a maggiore velocità e molte altre funzioni wireless. La velocità di partenza del 5G potrà spingersi fino a 1000 volte di più dell’attuale con 1milione di connessioni per chilometro quadro. Ma il danno sugli esseri viventi a causa delle onde elettromagnetiche potrebbe essere disastroso. In assenza di uno studio preliminare ‘ufficiale’ sul pubblico rischio sanitario, a tappare la falla ci pensa Il Prof. Martin L. Pall, emerito di Biochimica e di Scienze Mediche di Base della Washington State University, che ha inviato alle istituzioni europee e statunitensi una revisione di studi che dimostrano la pericolosità della tecnologia 5G. LO studio fa paura, davvero! Martin Pall, tra i più noti studiosi al mondo degli effetti biologici delle radiofrequenze, non lascia equivoci: il 5G provoca 8 principali danni alla salute umana. Eccoli, in sintesi: danni cellulari al DNA – rottura al filamento singolo del DNA, rottura del filamento doppio, ossidazione delle basi del DNA; diminuzione della fertilità maschile e femminile, aumento di aborti spontanei, abbassamento di ormoni come estrogeni, progesterone e testosterone, abbassamento della libido;danni neurologici e neuropsichiatrici; apoptosi e morte cellulare; stress ossidativo e aumento dei radicali liberi (responsabili della maggior parte delle patologie croniche); effetti ormonali; aumento del calcio intracellulare; effetto cancerogeno sul cervello, sulle ghiandole salivari, sul nervo acustico. Insomma, c’è poco da starne sereni, l’impatto su tutta la popolazione potrebbe essere davvero devastante. Qualche tempo fa 170 scienziati indipendenti hanno chiesto alle istituzioni dell’Unione Europea di bloccare lo sviluppo della tecnologia 5G in attesa che si accertino i rischi per la salute per i cittadini europei. Con il sostegno dell’associazione AMICA, per le Malattie da Intossicazione Cronica e/o Ambientale (suo il rilancio in Italia della ricerca di Pall) i primi firmatari dell’appello furono Rainer Nyberg, EdD, professore emerito della Åbo Akademi in Finlandia, Lennart Hardell, docente al Dipartimento di Oncologia della facoltà di medicina di Orebro in Svezia. Poi sono seguite le firme di altre decine e decine di scienziati. L’appello chiede da tempo alle istituzioni dell’Unione Europea di bloccare lo sviluppo della tecnologia 5G in attesa che si accertino i rischi per la salute per i cittadini europei. “Serviranno molte nuove antenne con un’implementazione su larga scala che in pratica si tradurrà in un’installazione di antenne ogni 10-12 case nelle aree urbane, aumentando così in modo massiccio l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici – dicono gli scienziati – Con “l’uso sempre più intensivo delle tecnologie senza fili” nessuno potrà evitare di essere esposto perché, a fronte dell’aumento di trasmettitori della tecnologia 5G (all’interno di abitazioni, negozi e negli ospedali) ci saranno, secondo le stime, “da 10 a 20 miliardi di connessioni” (frigoriferi, lavatrici, telecamere di sorveglianza, autovetture e autobus autoguidati, ecc.) che faranno parte del cosiddetto Internet delle Cose. Tutto questo potrà causare un aumento esponenziale della esposizione totale a lungo termine di tutti i cittadini europei ai campi elettromagnetici da radiofrequenza” Angela Francia https://www.youtube.com/channel/UCsLAEHyA7EYbXT575Ov8i7g AL MIO CANALE TELEGRAM: https://t.me/An

AstroNews: Un autore di meridiane solari nel VCO - 14 Marzo 2020 - 18:13

Nuovo video
Nel caso interessasse e dato che chi sta bene dovrebbe avere molto tempo a disposizione, e siccome i temi languono.... (anche nei brutti momenti bisogna riservare del tempo ai diversivi) segnalo il video a cui facevo riferimento nel precedente messaggio e che ieri è stato caricato in yuotube. Incollo da là: GIZA: LA CADUTA DEL DOGMA, Intervista agli autori del libro che demolisce la "versione ufficiale" dell'egittologia sulla storia e sull'origine delle Piramidi. Avevo visto la prima parte in streaming, devo vedere la seconda parte (qui sono stati uniti in un solo video), al di là del tema e di quel che si può pensare, ciò che credo possa affascinare è la costanza dei tre soggetti che hanno impiegato 8 anni per scrivere il libro. https://www.youtube.com/watch?v=yD8JWereeG0

Sanità: Preioni attacca Marchionini - 30 Ottobre 2019 - 01:02

RIDO MOLTO! 😂
Quando il tizio che scrive la nota ufficiale afferma: “ Di voltagabbana di professione ne conosciamo tanti...” si riferisce al suo mentore, nonché capitano della lega e al suo cucuzzaro, ovviamente.

Domanda indennizzo ex azionisti - 20 Agosto 2019 - 10:02

Quindi?
Se l’avvocato Clarissa Tacchini, fiduciaria del Movimento, evidenzia come “non sia stato ancora pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il terzo decreto, con cui sarà stabilita la data a partire dalla quale sarà possibile presentare la domanda”, che senso ha questo comunicato? Raccogliere consensi e quindi iscrizioni al movimento? Okkio amici, okkio, si può fare tutto da soli, senza spendere un centesimo!

Panza: stato d'emergenza per il VCO - 16 Agosto 2019 - 22:28

MICA SOLO CAUSA MALTEMPO....
NIENTE STATO DI EMERGENZA PER LA STATALE 34 La notizia si era già diffusa suscitando reazioni a livello locale ed ora trova conferma ufficiale in una nota inviata al presidente della Regione, Alberto Cirio. Nelle condizioni attuali mancano i presupposti che giustifichino la dichiarazione di stato di emergenza per la Statale 34 del Lago Maggiore. A confermare quanto già annunciato nei mesi scorsi prima delle elezioni è il capo dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli, sostenendo che le criticità esistenti non sono tali da giustificare misure che trascendono le capacità operative e finanziarie degli enti competenti in via ordinaria. Cade dunque nel vuoto la richiesta di stato di emergenza inoltrata dai Comuni interessati, tra cui Verbania, per accelerare progettazione e realizzazione delle opere di consolidamento dei versanti finanziate con i 25 milioni assegnati alla Regione dal Cipe nell’ambito del piano di messa in sicurezza. Il Politecnico di Torino aveva individuato 14 punti a rischio crolli sul collegamento viario, ma questo non basta per ottenere il provvedimento richiesto. E’, per il momento, l’ultimo capitolo della tormentata vicenda della Statale 34.

Comitato Salute VCO torna su sanità provinciale - 26 Marzo 2019 - 14:33

Non c'è ancora la posizione della Lega
In realtà la posizione ufficiale della Lega non l'abbiamo ancora né letta né sentita. Ci sono state fino ad oggi esternazioni non coincidenti di due sindaci leghisti.

Una Verbania Possibile su bilancio fine mandato - 23 Marzo 2019 - 16:57

Le parole hanno importanza
Caro Renato, l'ho già detto in altro post e mi ripeto: scrivere a mezzo stampa che sono stati spesi "4000€ di soldi pubblici per realizzare brochure la propria campagna elettorale" è innanzitutto un atto d'accusa tanto grave quanto circostanziato che merita l'attenzione delle Autorità competenti. Passami il termine: è "odioso" da parte vostra lasciare intendere alla cittadinanza che si sia in presenza di un reato da parte di un ufficiale della pubblica amministrazione, renderla edotta di questo e poi lasciare che il singolo cittadino tragga le sue conclusioni ai soli fini elettorali. C'è un reato? bene, abbiate la decenza di presentarvi in Prefettura e sottoscrivere opportuna denuncia. Ma non è così. E lo sapete anche voi. Quella spesa è prevista per legge per la relazione di fine mandato: http://quotidianoentilocali.ilsole24ore.com/art/fisco-e-contabilita/2018-03-09/sindaci-chiamati-relazione-fine-mandato-125234.php?uuid=AEKH3GEE Obbligo di legge con allegate sanzioni al Sindaco uscente. Magari non piace il modo oppure il modo scelto dall'amministrazione è fuori dallo scopo della legge: vale quanto sopra, se non lo denunciate alle autorità competenti, se reato è, voi siete colpevoli testimoni. E per legge, siete anche voi perseguibili. Saluti AleB

Il Centro Destra sceglie Albertella - 12 Febbraio 2019 - 17:07

Re: Re: Re: UNITEVI!
Ciao Giovanni% solo per precisare che anche Albertella fu, con atto pubblico, concorde alla soluzione dell'ospedale unico. Nel frattempo ha cambiato idea, probabilmente solo per una mera azione di campagna elettorale: tuttavia, contrariamente a quanto fatto dal suo collega di Domo, non ha avanzato alcuna riserva ufficiale in qualità di sindaco di Cannobio. Pertanto vale il suo voto originario di appoggio al nuovo nosocomio. Ormai assodato il passaggio politico del territorio (anche quelli della Brexit probabilmente hanno cambiato idea, ma mica rifanno un nuovo referendum!), il tema sanitario è gestito a livello regionale. Ormai poco o nulla possono fare i sindaci del territorio se non avanzare contestazioni di merito alle Autorità di Controllo. Non mi risulta tuttavia che i politici che ambiscono alla guida della Regione si siano espressi in modo negativo: solo quella potrebbe essere la chiave di svolta (e di stop alla pratica). Saluti AleB

Nuovo Comune Valle Cannobina al via - 11 Gennaio 2019 - 17:59

an ciapum pu da rat
Se aspettiamo che i comuni si uniscano per referendum, sforzandosi di essere obiettivi e conoscendo come sono vincolanti le beghe ed i piccoli interessi locali, soprattutto privati, non credo che potremo costruire qualcosa di efficiente. La mia opinione e' che i comuni, come entita' amministrative, dovrebbero essere ridisegnati ed aggregati in base a criteri oggettivi di efficenza, esigenze logistiche, affinita' ambientali etc.... Quindi solo una legge dello stato che li imponga. puo' ottenere un risultato valido. Per salvaguardare le identita culturali invece si dove dare valenza ufficiale e budget alle attuali associazioni Pro-Loco che avrebbero un voce in capitolo sulle tematiche correlate. Riassumendo: 9 Comuni in tutto il VCO e una proloco per ogni nucleo abitativo. Riconosco che sembra in utopia, ma senza aspirazioni non si progredusce

Referendum Lombardia: fallisce il quorum - 28 Ottobre 2018 - 09:57

chi vive sperando...il resto lo sappiamo!
ma tutti questi vantaggi economici,bolli auto stracciati,treni regalati,a parte nelle speranze di Robi,qualcuno li ha visti messi nero su bianco dalla Lombardia,in questa pseudo trattativa? io no. attendo con fiducia,anche ex post come in questo caso,che qualcuno ci faccia leggere un documento ufficiale con scritte queste cose. l'abbiamo atteso invano prima del referendum,dubito arriverà ora.

Forza Italia: referendum, meglio la ZES - 15 Ottobre 2018 - 13:25

autonomia?
Non capisco; le due cose non mi sembrano in contraddizione.. Si può benissimo cercare di ottenere qualcosa a livello Zes, ma intanto entrare a fa parte di una regione che sicurante funziona meglio in tutto e per tutto. E poi la Lombardia (insieme a Veneto ed Emilia Romagna) ha avviato un percorso di autonomia trattando la cosa a livello ufficiale con Roma, il Piemonte no. Quindi secondo questi signori si ha più possibilità di ottenete la Zes restando in una regione che non ha neanche chiesto per se stessa l'autonomia, invece di entrare a far parte di una che la sta già facendo?. boh... mistero

Regione Piemonte approva odg per autonomia differenziata - 20 Luglio 2018 - 09:45

pure robi lo conferma
grazie robi per aver avvalorato la mia tesi. quando ci spieghi che un documento ufficiale di regione lombardia è "carta igienica",ci confermi che la regione che lo produce non vale granchè. per i fans di coppola e lupara forse può essere interessante,per gli altri meglio restare in piemonte. quanto alla "dubbia tenuta psichica" mi sembra più fragile quella di chi ci vorrebbe convincere a passare in una regione parlandocene male....strategia fantasiosa! un genio.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti